Gabriele "Cap" Zingaro

Gabriele "Cap" Zingaro

Pesco esclusivamente a mosca da tanti anni per scelta, ma sono pescatore da ormai trent’anni e ho praticato molte tecniche. Ho iniziato a costruire le mosche da subito appassionandomi tanto alla pesca quanto alla costruzione degli artificiali. Sono un blogger e YouTuber, molto attivo sui social e da oltre dieci anni collaboro con riviste, canali tematici e alcune delle aziende più importanti italiane e mondiali con le quali svolgo l’attività di promoter e consulente per lo sviluppo dei prodotti, senza tralasciare anche il servizio di guida di pesca durante la stagione migliore. Organizzo corsi e workshop di pesca e costruzione mosche in giro per l’Italia e soprattutto a Roma, dove vivo e ho base dei miei spostamenti. Partecipo periodicamente sia a gare di pesca a mosca che di fly tying con buoni risultati anche a livello europeo. Mi piace insidiare le trote, ma non disdegno pescare lucci e altri predatori anche di acqua salata; ho viaggiato molto nel mondo per accrescere la mia esperienza e mi piace confrontarmi con situazioni nuove nei fiumi e laghi per migliorarmi come pescatore. Al morsetto mescolo il sintetico al naturale per la ricerca della semplicità e massima efficacia in pesca, mentre sul fiume passo dalla ninfa alla secca senza dimenticare lo streamer con estrema disinvoltura cercando di interpretare le situazioni che richiedono una tecnica diversa di volta in volta. Adoro la pesca a mosca e pur collezionando tante uscite durante l’anno ogni volta che catturo e libero un pesce mi emoziono come fosse la prima…questo mi da la giusta energia per impegnarmi sempre al massimo per ottenere risultati che possano gratificarmi. Il mio soprannome “Cap” con cui sono conosciuto nel settore deriva dal fatto che diversi anni fa ottenni il titolo di “IGFA Captain” il che portò amici e conoscenti a chiamarmi così col tempo. Amo condividere la mia passione per questo sport e se posso cerco di confrontarmi con pescatori più e meno esperti di me perché penso ci sia sempre da imparare.
Luca Barosselli

Luca Barosselli

Sin da bambino ho praticato diverse tecniche di pesca e nel 2010 mi sono avvicinato alla pesca a mosca. Il legame con questa disciplina è stato molto forte divenendo la mia vera ed unica passione. Un anno più tardi, grazie all’aiuto di alcuni veterani, mi sono avvicinato al fly tying cimentandomi nella costruzione di mosche classiche e moderne. Con dedizione ed i giusti consigli cerco sempre di migliorarmi, acquisendo sempre nuove nozioni ed affinando la mia tecnica costruttiva. Tutto questo mi ha spinto sempre più in questo magico mondo, in particolare verso lo stile italiano meglio noto come “italian style” nato dal grande pioniere Francesco Palù. Collaboro con il mio insegnate di lancio Massimo Magliocco, seguendo la parte di costruzione artificiali nei vari articoli pubblicati sulle riviste. Sono membro del gruppo “Fly Fishing 360”. Nel 2015 costruisco con l’amico Diego Riggi alla fiera di Forlì per “Dressing Italiano”, presenziando anche la fiera di Vicenza nel 2016 al corner “Fly fishing 360”. Anche l’anno successivo sono stato al Pescare Show della suddetta fiera, come di costruttore al “Fly Tying Experience” grazie a Fabio Federighi mio mentore ed amico. Proprio in questa edizione da “Stonfo” ho ricevuto il premio annuale indetto dalla rivista “La Pesca mosca e spinning”. Successivamente sono entrato a far parte del pro team “Gulff” dove ho stretto un rapporto di collaborazione con diversi costruttori internazionali; faccio parte inoltre del Club “Greygoose” di Bereguardo dove mi ritrovo con gli amici periodicamente per condividere la nostra passione. Le mie mosche variano dalle tradizionali a quelle più moderne con l’impiego di ogni tipo di materiale senza limitazioni di sorta. Frequento corsi d’acqua italiani ed esteri, ricchi di insidie e difficoltà dove mi cimento per testare al meglio le mie mosche. Sono consapevole di esser solo all’inizio di un lungo e difficile cammino, fiducioso di percorrerlo crescendo professionalmente con allenamento e dedizione.
Mauro Borselli

Mauro Borselli

Pesco a Mosca e costruisco dal 1984, sono stato un autodidatta e sin dall’inizio, pur non trascurando il tradizionale fly fishing, ho voluto impiegare questa tecnica anche nei fiumi, canali e specchi d’acqua del piano per insidiare Black Bass, Lucci, Persici Reali e Cavedani. A tal fine ho creato le X Flies che rispecchiano questa visione “Alternativa” della PAM che da una quindicina d’anni ho esteso anche ai Catfishes, agli Aspi, ai Lucio Perca ed alle Carpe. Questo speciale percorso alieutico mi ha spinto a confrontarmi anche con le Salt Waters pescando in “Alternative Fly Fishing” anche Spigole, Serra, Barracuda, Alletterati, Squali, Cefali & Company. Il mio marchio di fabbrica e’ la progettazione e costruzione di nuove imitazioni dirette alla cattura di qualsiasi specie di pesce e cio’ grazie all’osservazione ed allo studio di cio’ che accade in acqua. Nell’arco dell’ultimo trentennio ho collaborato per varie societa’ del settore, riviste di Fly Fishing, canali televisivi tematici, partecipando a molte Fly Tying competition in qualità di giudice.
Cristian Caruso

Cristian Caruso

Tutto ebbe inizio all’età di 11 anni quando una grande persona che io chiamo tutt’ora “il grande Roby” per la prima volta mi mostrò il mondo della pesca mosca. Per me tutto era sconosciuto, dalle tecniche di lancio al costruire mosche. Magico, come magico era per me vedere volteggiare in aria quelle code intente a lasciare mosche così come la realizzazione di mosche artificiali. I primi tentativi di lancio, i primi tentativi di costruzione (inguardabili ma che non hanno mai soffocato la voglia di continuare a provarci) e la prima cattura! La mia Prima cattura. Che dire tremavo ed incredulo di esserci riuscito con una mia imitazione mi mandò al settimo cielo…stentavo a crederci che era successo per davvero! Così mi innamorai della pesca a Mosca, iniziai a studiare nel migliore dei modi e soprattutto nei minimi particolari questa passione. Crescendo ho cercato sempre di migliorare ma soprattutto non ho mai smesso di apprendere, perché si sa, nella vita non si smette mai di imparare e dietro l’angolo c’è sempre qualcosa di nuovo e speciale che arricchisce il tuo bagaglio personale. Quando potevo, cercavo sempre di correre sul fiume per scollegarmi dal mondo intero ed entrare nel mio, quello della pesca. Questa passione che con il passare degli anni ho coltivato per bene mi ha permesso di iniziare a scrivere per alcune riviste di pesca, cosa per me davvero gratificante avendo realizzando un sogno che avevo sin da bambino. Effettuo anche il servizio “Guida di pesca” nel settore della mia zona, accompagno persone cercando di trasmettere quel che per resta tutt’ora magico per me! Credo che non ci sia cosa più bella che trasmettere questa passione e quel che fa provare, proprio come lo è stato per tutti la prima volta che gli è stato mostrato questo mondo magico.
Paolo Ceccon

Paolo Ceccon

Ho 37 anni, sono Italiano di nascita e dal 2016 sono diventato cittadino Svedese.
Vivo a Göteborg ,con mia moglie e mio figlio, da 11 anni. Da 2 anni faccio parte della Nazionale Svedese di pesca a mosca, con la quale ho partecipato al Campionato del Mondo 2017 in Slovacchia e 2018 in Italia.
Nel 2019 parteciperò al Campionato Europeo in Montenegro.
Ho iniziato pescare a mosca e costruire all`età di 14 anni, grazie agli insegnamenti di mio padre, nei torrenti alpini in provincia di Torino e da allora mi sono innamorato di questa tecnica di pesca così antica e nello stesso tempo così innovativa.
Costruisco prevalentemente ninfe, streamer e secche da competizione, ma non disdegno la costruzione di streamer da lucci e da trote di mare, vista la grande presenza di questi due pesci in Svezia.
Il bello della pesca a mosca è che non si finisce mai di imparare!

Charles Jardine

Charles Jardine

Charles non ha bisogno di presentazioni sicuramente, con una carriera nella pesca a mosca che dura da circa 50 anni, Charles è una delle figure più conosciute e rispettate nel mondo in questo settore. Come artista di talento, scrittore, istruttore di lancio, costruttore e allenatore per la Youth Team Inglese, è anche uno degli uomini più attivi del settore. Come tutti i membri del nostro team, Charles condivide una grande passione per il fly tying e non vediamo davvero l’ora di lavorare con lui!
Christian Kirchermeier

Christian Kirchermeier

Ciao, il mio nome è Christian Kirchermeier, vengo dalla Baviera in Germania e ho poco più di 30 anni. Ho iniziato a costuire mosche da giovane, ma non ho trovato la giusta motivazione per continuare. Dopo molti anni senza pescare e costruire mosche, ho ripreso circa 7-8 anni fa. Amo costruire piccole mosche per la trota e il temolo. Ma ancora di più amo catturarli.
Dimitri Repele

Dimitri Repele

Inizio la pesca da ragazzino con alti e bassi passando un po’ da tutte le tecniche e alla fine arrivo alla magica pesca a mosca che mi conquista fin da subito , negli anni ho costruito dalle classiche mosche secche alle sommerse e ninfe ma resto conquistato dagli streamer. Attualmente sono presidente del club pesca a mosca Brescia.
Marco Clari

Marco Clari

Inizia a pescare da piccolo con il padre e il nonno, soprattutto nel grande fiume di fondovalle, per provare in seguito altre tecniche. Una decina d’anni fa, grazie a un amico che gli ha regalato canna e mulinello da mosca, ha voluto conoscere e provare questa fantastica tecnica e ne è rimasto affascinato a tal punto da non tornare più indietro e sceglierla come unica tecnica di pesca. Ha iniziato a pescare a secca, ma frequentando quasi sempre torrenti alpini, dove la secca è redditizia pochi mesi all’anno, ha deciso di sfruttare le uscite di pesca in base alle condizioni dei vari torrenti, utilizzando quindi anche la ninfa. Dopo aver appreso correttamente la tecnica di lancio ha iniziato a praticare la così detta “Alternative Flyfishing”, ossia la pesca a molte specie di pesci sia in acqua dolce sia in mare. Qualche anno dopo essersi affacciato al mondo della pesca a mosca, ha iniziato a costruire mosche, dapprima seguito dal grande amico e grande costruttore Fulvio Michelotti, che non smetterà mai di ringraziare. Comincia col costruire mosche secche classiche, Americane ed Europee, che i primi tempi ha utilizzato nei _suoi_ torrenti in tutto il Piemonte, successivamente, anche con la nascita di nuove tecniche costruttive e nuovi materiali, ha iniziato a variareil suo stile di costruzione impiegando i nuovi materiali nel miglior modo possibile, ma sempre rispettando i canoni costruttivi. Gli piace testare e cercare sempre di migliorare le sue imitazioni che continua a sperimentare in vari fiumi e torrenti in Italia e, occasionalmente, in qualche vacanza di pesca all’estero. Dove la pressione di pesca è molto elevata le catture non sono mai scontate e le imitazioni vengono messe a dura prova, motivo e stimolo per continuare a sperimentare e modificare gli artificiali. Dal 2016, alla nascita del sito web , ha preso parte al team nella sezione Dressing di Flyfishing360 Alla fiera di Vicenza 2017 ha costruito nel loro Flytying Corner, mentre negli anni successivi ha preso parte al Fly Tying Experience.
Oscar Hernández Moure

Oscar Hernández Moure

Il mio nome è Oscar Hernandez Moure, sono nato in Spagna nel 1973 e vivo a nord, in una meravigliosa regione chiamata Ribeira Sacra, dove all’età di sei anni ho iniziato a pescare con mio padre. Alla fine degli anni ’90 ho scoperto la pesca a mosca, affascinato dalle mosche artificiali che vedevo nei negozi e sulle riviste specializzate. Fu in quel momento che iniziai a costruire le mie prime mosche, principalmente larve di tricottero e mosche wet in stile León. Desideroso di imparare in questo nuovo mondo per me, ho iniziato a competere, dove ho avuto la fortuna di condividere ore di pesca in fiume con grandi pescatori e ancora meglio, grandi persone. È stato qui, in gara, che la mia visione della costruzione di mosche sarebbe cambiata per sempre. Mi piacciono tutti gli stili di costruzione, ma la mia ossessione è l’efficienza e il minimalismo sopra tutto il resto. Attraverso il mio blog e i social network, ho condiviso i miei modelli, con la fortuna di incontrare grandi pescatori di diversi paesi che hanno mostrato interesse per le mie ninfe e mi hanno aiutato a testare tutto ciò che faccio. Sono felicissimo di far parte del team Textreme e spero di poter dare il mio miglior contributo.
Martin Westbeek

Martin Westbeek

Sono un appassionato pescatore a mosca e costruttore, che ama pescare trote, trote di mare e temoli. Ho iniziato a costruire negli anni ’80, ho vinto premi in alcune competizioni di costruzione di mosche e ho cominciato a costruire in spettacoli e dimostrazioni. Nel frattempo sono diventato un costruttore regolare in fiere in Gran Bretagna, Germania, Danimarca, Belgio e Olanda. Ho anche costruito mosche in fiere negli Stati Uniti, in Italia e in Svezia, e faccio dimostrazioni in club e negozi di pesca a mosca. Sono membro dei team professionisti di Whiting, Daiichi e Swiss CDC. Le mie mosche sono apparse in libri, come il libro di Leeson/Schollmeyer “Tying Emergers” e il libro di Takahshi “Modern Midges”. Alcune delle mie mosche fanno parte della Master’s Collection del Catskills Fly Fishing Museum negli Stati Uniti.
Peter Steen

Peter Steen

Ho vissuto nella valle di Salt Lake in Utah per oltre 25 anni, ma ho iniziato a pescare a mosca solo circa 8 anni fa. Pesco torrenti e laghi ad alta quota in tutto lo Utah e negli stati circostanti principalmente trote e occasionalmente temoli. La mia attenzione nel fly tying si concentra su mosche secche, piccole ninfe e modelli per acque ferme e laghi. Mi piace combinare materiali naturali e sintetici per creare modelli artistici ma funzionali, attraenti sia per il pesce che per il pescatore a mosca.
Jarid Church

Jarid Church

Il mio nome è Jarid Church e sono cresciuto nelle montagne della Carolina del Nord. Da giovane trascorrevo molto tempo a pescare e poi, intorno ai 15 anni, ho fatto una naturale transizione alla pesca a mosca. Poco dopo aver cominciato la pesca a mosca, ho cominciato ad interessarmi alla costruzione di mosche artificiali. E’ solo dopo il 2015, quando mi sono iscritto ai social media, che ho iniziato a prendere il tutto più seriamente. Ho cominciato a costruire mosche al di fuori della mia zona di comfort e cercando di migliorare, non solo nella costruzione delle mosche, ma anche nella fotografia. Pesco principalmente trote, ma mi piace anche pescare i persici reali.
Wes Penny

Wes Penny

Da bambino, l’amore per la pesca mi è stato instillato lungo i fiumi di Kitimat, in Columbia Britannica, con abbondanti opportunità di pescare trote e salmoni. Purtroppo, le circostanze della vita mi hanno tenuto lontano dalla pesca per molti anni, ma circa 16 anni fa sono stato reintrodotto alla pesca, in particolare alla pesca a mosca, e non sono più tornato indietro. Apprezzo i fiumi e i ruscelli dell’Isola di Vancouver, ma il mio primo amore è la pesca nei laghi, in particolare nei laghi delle regioni di Thompson, Okanagan e Cariboo della Columbia Britannica. Ho trascorso gli ultimi sei anni presso la Douglas Lake Ranch, godendo delle sue uniche opportunità di pesca a mosca nei laghi, e tornerò nella primavera del 2021 per gestire lo Stoney Lake Lodge, il Minnie Lake e altre località di pesca e campeggio sul più grande ranch di bestiame in attività del Canada. Sono diventato un appassionato costruttore di mosche, influenzato dalla mia esperienza nei laghi, e sono sempre alla ricerca di idee e tecniche nuove e diverse. Sono entusiasta di far parte del team Textreme e non vedo l’ora di condividere con voi questi eccitanti materiali.
Guillermo Lopez

Guillermo Lopez

Il mio nome è Guillermo López, ho 33 anni, sono cresciuto a Temuco, una città del sud del Cile, il destino mi ha portato a Panguipulli, dove attualmente vivo con la mia famiglia. Panguipulli è una città di montagna dove la natura selvaggia regna sovrana, il luogo perfetto per una persona come me. È conosciuta come la “strada dei sette laghi”, questo mi permette di godere di luoghi privilegiati per la pesca, uscire di casa e in pochi minuti essere connesso al fiume non ha prezzo. Sono un uomo fortunato. Fin dall’infanzia ho sempre apprezzato la pesca, era uno dei miei passatempi preferiti, oggi posso dire che la pesca a mosca è diventata il mio stile di vita. La costruzione di mosche rappresenta la mia passione e il mio lavoro, in cui ho investito lunghe ore di studio e anni per perfezionare le mie conoscenze e le mie tecniche. Passo le mie giornate seduto accanto al morsetto, legando e rivedendo ogni momento trascorso sul fiume, aspettando ansiosamente il momento in cui potrò tornare sull’acqua. Attualmente sono riuscito a far parte dei team professionali di Textreme, Gulff e Dohiku. Ho la mia marca personale chiamata “Guille López Flies”, in cui espongo attraverso i miei social network le mie mosche, le tecniche di costruzione e l’entomologia. Mi considero un costruttore versatile, che costruisce sia mosche classiche che moderne. Il mio obiettivo è sempre quello di continuare a crescere come pescatore e costruttore di mosche, diventare un grande punto di riferimento nel mio paese. Il mio obiettivo è quello di valorizzare e insegnare la pesca a mosca, trasmettendo conoscenze, competenze e abilità a coloro che vogliono intraprendere questa meravigliosa avventura. Uno dei miei riferimenti è Ruben Martin, da cui ho trovato ispirazione. Ho avuto la fortuna di imparare dalle sue conoscenze, che mi hanno spinto a diventare chi sono. Come il mio grande amico Luciano Tomas Bacci che mi ha sostenuto fin dall’inizio della mia carriera di cosstruttore.
Luigi Pietrosino

Luigi Pietrosino

Mi chiamo Luigi Pietrosino, sono originario della provincia di Foggia ma biellese di adozione, e sono un grandissimo appassionato pescatore a mosca. Mi sono avvicinato alla pesca da bambino, grazie alla grande passione di mio padre per questa attività. Da lui ho appreso varie tecniche, sia in acqua dolce che salata e, soprattutto, ho assimilato l’amore per questo fantastico mondo. Già da piccolo leggevo avidamente le riviste del settore, cercando consigli utili per migliorare la mia tecnica ed ammirando le foto delle mosche proposte con le istruzioni per la loro realizzazione. Quando provai per a pescare a mosca, ben 26 anni fa, ne rimasi immediatamente affascinato e, da allora, mi sono dedicato con passione esclusivamente a questa tecnica, che considero un’arte e uno stile di vita. Il passaggio dalla pesca amatoriale alla quella agonistica è stato piuttosto casuale. Inizialmente ho partecipato a gare sociali, più per divertimento che per competizione, ma (praticamente sin da subito) è scattato qualcosa in me che si è trasformato poi in una grande passione per le gare. Il mio percorso agonistico è stato tutt’altro che facile ma, con tenacia e dedizione totali, sono arrivato a partecipare ai miei primi Campionati Italiani e, successivamente, al Club Azzurro, approdando poi nelle fila della Nazionale Italiana di pesca a mosca con cui ho vinto la medaglia di bronzo a squadre ai campionati del mondo del 2018 che si sono svolti in Trentino alto Adige a Comano terme. In questi anni ho ottenuto 21 podi ai campionati italiani in varie discipline, lago e torrente, individuali, coppie e squadre, di cui 10 titoli italiani (2 individuali, 2 a coppie e 6 a squadre) 7 secondi posti (1 individuale 5 a squadre e 1 a coppie) e 4 terzi posti individuali. Tante sfide mi attendono ancora nella pesca cosi come nella vita, le affronterò con la solita tenacia e dedizione perché il vincitore è semplicemente un sognatore che non si è mai arreso (cit. N. Mandela).
Frank Brassard

Frank Brassard

“Il mio nome è Frank Brassard e vivo nel cuore delle Montagne Rocciose di Alberta, in Canada. Quando non sto pescando trote, temoli, lucci o salmoni, costruisco mosche per catturarli. Ho scoperto la pesca tardi nella mia vita, dopo molti anni di sport ad alto livello di adrenalina come l’arrampicata su roccia, l’arrampicata su ghiaccio, lo sci e la mountain bike, la pesca a mosca è diventata il mio modo di continuare a scoprire nuovi luoghi e di essere a contatto con la natura. Ho la tendenza a immergermi completamente in nuovi hobby, cosa che mi ha portato naturalmente alla costruzione di mosche. Adesso costruisco mosche quotidianamente. È un’attività creativa che si avvicina alla meditazione e al relax. Sta diventando un processo di apprendimento continuo di nuove tecniche e di sperimentazione di nuovi prodotti. Essere un ProTeam di Textreme è un passo importante in questo processo di apprendimento.”
Vladimir Glamocak

Vladimir Glamocak

Il mio nome è Vladimir Glamocak. Vivo a Novi Sad, in Serbia. La costruzione di mosche e la pesca a mosca sono la mia grande passione. Pesco nelle acque europee, dalla parte settentrionale della Svezia, della Norvegia fino al nord della Repubblica di Macedonia. I miei fiumi preferiti si trovano in Bosnia, Croazia e Slovenia. Sono anche Proteam di SWISSCDC, GULFF e RENOMED.
Sasa Benkun Roko

Sasa Benkun Roko

Salve a tutti, Il mio nome è Sasa Bencun Roko, ma molte persone mi chiamano “Roka”. Vivo in Serbia a Valjevo, a soli 11 chilometri da Gradac e sono proprietario di una lodge sul fiume; sono sposato e ho una figlia innamorata anche lei della pesca a mosca. Quando ero giovane ho realizzato le mie prime mosche senza strumenti specifici perché difficilmente reperibili; amo studiare gli insetti acquatici ed il loro ciclo di vita, prendendo ispirazione dal mio fiume (il Gradac) cercando di mescolare prodotti naturali con i prodotti sintetici realizzati da Textreme. Da molti anni sono nel Team Regal Vise ed anche promoter per gli ami Dohiku; sono molto contento di poter migliorare e dare la mia esperienza al Textreme Team, perché amo i loro prodotti innovativi per la costruzione di mosche. La mia qualifica di fly tier è principalmente legata alla mosca secca, all’emergente ed alla ninfa, ma amo dilettarmi con dedizione anche alle mosche realistiche. A volte partecipo alle competizioni internazionali di fly tying (ad esempio in Slovenia e Croazia) ed ho vinto i più alti riconoscimenti negli ultimi 12 anni come il primo posto al concorso Mustad nella categoria realistica con la “Ecdyonurus metamorphosis” in Norvegia nel 2011 ed il secondo posto nello stesso anno in una categoria realistica con una cavalletta in Germania. Possiedo il primo centro di pesca a mosca in Serbia, che offre alloggio, guida sul fiume Gradac, scuola di pesca, fly-tying e pesca a mosca per tutti. Sono molto felice di unirmi a Textreme Team!
John Maduro

John Maduro

Ciao, sono John Maduro originario di Aruba, un’isola caraibica olandese. Ho pescato in mare tutta la vita. Solo quando mi sono trasferito in Irlanda, 22 anni fa, sono stato introdotto alla pesca a mosca e me ne sono innamorato. Da quando ho preso la mia prima trota con una Bibio sono rimasto io catturato per sempre. Sono anche rimasto affascinato dalle opere d’arte che vedevo espresse nei modelli di mosche e sapevo che era qualcosa che avrei voluto imparare. Ho investito nel mio primo morsetto e in un kit per costruire le mosche di Veniard, da lì ho iniziato a far pratica per innumerevoli ore guardando tutti questi incredibili costruttori di mosche su Youtube e seguendo i tutorial passo passo presi dal Fly-Tying Bible (ottimo libro per qualsiasi principiante). Ho pescato fiumi e laghi per molti anni qui in Irlanda ma il l’acqua salata mi ha sempre richiamato indietro così ho deciso di provare la pesca a mosca in mare. Una volta che ho preso il mio primo Bass con la mosca non c’è stato più ritorno. Da lì ho iniziato a costruire modelli per la pesca in mare in cui mi sono poi specializzato. Le specie che principalmente mi interessano sono Bass, Trota di mare, Pollock ma ad essere onesti qualsiasi specie che posso catturare dalla costa con una mosca. Alcuni dei miei modelli preferiti sono Flat Wings, Baitfish e modelli di gamberi, amo costruirli e pescarci perché sono molto efficaci e non dimentichiamo i Clouser Minnows ai quali aggiungo alcune flat wings. Sono un membro del Pro Team di alcuni marchi ben noti qui in Europa e America, per maggiori informazioni sui team di cui faccio parte, non esitate a navigare sulle mie pagine social. Come dico sempre: materiali di qualità equivalgono a mosche di qualità.
Cristian Ottonetti

Cristian Ottonetti

Sono un pescatore a mosca e costruttore italiano di 40 anni, attualmente lavoro in Svizzera come Architetto. Pratico il flyfishing dalla fine degli anni 90 e per molti anni sono stato impegnato nelle competizioni di pesca a mosca, dove ho ottenuto diversi piazzamenti. Il più importante è stato sicuramente la vittoria del campionato italiano a coppie, nel 2013, anno nel quale, per vari motivi, ho anche deciso di smettere con le gare di pesca. Sono socio, membro di comitato e responsabile dei corsi di costruzione del Club Pescatori a Mosca Ticino, sono anche membro della SIM Suisse. Per motivi legati al mio lavoro passo molto tempo sul territorio svizzero, quindi anche le mie uscite di pesca sono mirate principalmente a questi ambienti. Mi reputo un costruttore molto flessibile, che passa senza problemi dal grosso streamer da luccio alla piccola effimera sul 20 passando per ninfe e sommerse.
Gianluca Capizzi

Gianluca Capizzi

Sono Gianluca Capizzi e sono nato a Cortona in Toscana nel 1976. Pesco a mosca dal 1995 principalmente temoli e trote amo la pesca a secca ma pratico un po’ tutte le tecniche, da qualche anno mi sono appassionato al fly tiyng nel 2019 ho partecipato e vinto il sedicesimo trofeo Bisenzio faccio parte del Pro Team Ahrex e Gulff Fly Fishing. È con grande piacere che entro a far parte del team Textreme e spero di poter dare il mio contributo!! Grazie per la fiducia!!”

Menu